News

News

Leggi tutte le ultime novità

 
12/11/2020
Il sostegno del Credito Cooperativo a chi è in prima linea contro il Covid-19
Grazie ForzaDall’acquisto di un sofisticato macchinario per lo studio del virus, al finanziamento di start up gestite da giovani per la creazione di posti di lavoro, al sostegno di progetti di ricerca biomedica sul Covid. Sono i progetti che verranno realizzati dalla Caritas Italiana, dallaFondazione Policlinico Universitario A. Gemelli (Roma) e dall’Istituto Auxologico Italiano (Milano) grazie ai fondi raccolti attraverso l’iniziativa unitaria di sistema “#Terapie intensive contro il virus. Le BCC e le CR ci sono!”.

Lanciata in avvio della fase di emergenza sanitaria da Iccrea Banca, Cassa Centrale Banca e la Federazione Raiffeisen con il supporto di Federcasse, la raccolta fondi ha consentito di raccogliere un importo pari a 640 mila euro, destinati poi ai tre istituti per quota parte (il 33%).

Il progetto di sistema “Terapieintensive contro il virus” non esaurisce comunque il complesso delle migliaia di iniziative messe in campo singolarmente dalle BCC, Casse Rurali e Casse Raiffeisen a favore delle strutture sanitarie locali o per il sostegno al reddito di famiglie ed imprese. Dallo scoppio della pandemia, infatti, il Credito Cooperativo (che attraverso Federcasse sta censendo le singole iniziative – vedi la sezione dedicata, in continuo aggiornamento) ha calcolato che l’importo complessivo delle erogazioni ha superato – al novembre 2020 – i 15 milioni di euro.

Un risultato di cui soci, amministratori, dipendenti, clienti delle Banche di comunità devono andare giustamente orgogliosi, un modo concreto per far sentire agli operatori sanitari ed a tutte le persone in prima linea contro il virus, la loro vicinanza. Unita ad un grande grazie! e ad un incoraggiamento per andare avanti, insieme, con fiducia.

Leggi le interviste